A+ R A-

Settembre 2016 - Monitoraggio sulla situazione economica delle aziende

Ordini in calo e difficoltà nel riscuotere i crediti.
Rapporti in chiaroscuro con le banche, ma pesano gli altri oneri di tassazione locale e nazionale e i costi energetici
 
La crisi economica continua a far sentire i suoi effetti sul territorio. Queste sono le risultanze di un sondaggio, presso un campione rappresentativo di 160 aziende associate a Confartigianato Imprese di Massa Carrara che l’associazione imprenditoriale ha realizzato tra lunedì 06 Giugno e giovedì 04 Agosto 2016. L’Ufficio sindacale della Confartigianato medesima, motiva le ragioni dell’indagine. “ Questo è l’ottavo monitoraggio (dal 2009) che realizziamo, sostanzialmente, sulle stesse tematiche. Il campione che abbiamo rilevato è rappresentativo delle imprese del nostro territorio: il 41% è del settore manifatturiero, il 25% di aziende di servizi, l’edilizia è al 27%, mentre il 7% sono aziende di trasporti; di queste il 24% non hanno dipendenti, il 60% sono fino a 15 dipendenti, mentre il restante 16% oltre i 15 dipendenti. Poche e precise domande sulla situazione delle attività economiche, i riscontri di questa sugli ordinativi e il fatturato, il problema della riscossione dei crediti e del rapporto con il sistema bancario, ma anche rispetto ad altre criticità di cui soffrono le aziende”. La crisi finanziaria si è fatta sentire su investimenti e accantonamenti per il 58% delle imprese, mentre il riscontro negativo su ordini e fatturato è molto ampio, ben l’80% delle aziende intervistate ha risposto di avere problemi in materia. Anche l’aumento delle difficoltà di riscossione si è molto acuito, ben il 73% delle imprese incontra problemi a riscuotere i crediti dai privati, l’85% a causa dell’allungamento dei tempi di pagamento, il 54% per altre insolvenze, mentre il 6% ha problemi dovuti alla diminuzione dei clienti privati. Per quanto riguarda le banche l’atteggiamento è invariato per il 32% delle imprese, mentre il 68% del campione ha notato variazioni, in particolare per il peggioramento delle condizioni (69%), per le difficoltà di accesso al credito (62%), per i tempi di risposta elevati (31%), mentre le richieste di rientro riguardano il 29% delle imprese che hanno avuto un atteggiamento variato da parte degli istituti di credito, in termini assoluti circa il 10% del campione totale. Ma oltre alle problematiche conseguenziali e afferenti la pluriennale crisi, le imprese stigmatizzano, in particolare, le persistenti criticità e difficoltà dovute alla burocrazia (39%), disattenzione delle amministrazioni locali (34%) e l’eccessiva tassazione (54%).
 
Nota del Presidente di Confartigianato Imprese di Massa – Carrara (Sergio Chericoni)
 
La situazione è tuttora complessa; i mercati finanziari virtuali hanno provocato uno sconquasso nell’economia reale e credo che i periodi ante 2007 dovremo scordarceli. Tuttavia la nostra azione come Confartigianato territoriale, regionale e nazionale punta non solo a tutelare il grande patrimonio imprenditoriale ma a valorizzarlo in tutte le sue componenti. Per fare questo certamente sono importanti le politiche locali ma sono essenziali quelle regionali e nazionali; è qui che ci giochiamo una fetta rilevante dell’economia. In tal senso, assieme ai miei Colleghi della Presidenza, presto incontreremo i nostri vertici nazionali e altri Colleghi del Sistema Confartigianato del Veneto e dell’Emilia per sottoporre loro delle nostre proposte finalizzate a rendere meno gravoso il “fare impresa”, proponendo, a partire dalla prossima Legge di Stabilità, interventi concreti a sostegno delle imprese. Pensiamo alla tassazione per cassa, alla riforma degli studi di settore, alla deducibilità totale dell’IMU sui capannoni, aumento della franchigia Irap, a zero tasse sulle cessioni d’azienda ed altro ancora. Dobbiamo attivare politiche a tutto tondo per sostenere le imprese attive e non solo coloro che intendono iniziare un’attività. Su tali tematiche non demorderemo né internamente al nostro Sistema Associativo e soprattutto nei confronti con i rappresentanti istituzionali.
 

14184468 1811869862365832 316578789778258711 n

14184468 1811869862365832 316578789778258711 n

CONFARTIGIANATO IMPRESE MASSA CARRARA VIA MASSA AVENZA 38/B - 54100 MASSA  C.F. 92044470455

Informativa Privacy